+

Perché la tua inserzione su Facebook non raggiunge risultati soddisfacenti?

BY Mariagrazia Semeraro | 14 febbraio 2018
Perché la tua inserzione su Facebook non raggiunge risultati soddisfacenti?

Solo perché Facebook ci permette di promuovere facilmente qualunque post o tasto sulla pagina non significa che avere risultati soddisfacenti sia altrettanto semplice.

Proprio questa facilità con cui Facebook dà la possibilità di creare inserzioni non fa riflettere su un punto fondamentale: qual è l’obiettivo che voglio raggiungere promuovendo un post?

Vendere?

Niente di più sbagliato in assenza di una identità definita e riconosciuta, una community che ti segue e ti sostiene e una strategia che ti differenzia dai competitor, ad esempio porre al centro del brand i clienti e non il prodotto (customer care, assistenza, consigli video, risposte immediate a chi ti contatta, riprova sociale).

Questi sono quindi i primi grandi obiettivi da porsi sui social. In effetti, nella schermata di Facebook Ads, noterai come gli obiettivi sono divisi in tre colonne, la prima colonna che punta alla notorietà del brand, la seconda alla considerazione del brand, la terza alle conversioni.

Quando avrai raggiunto una identità definita, una community corposa e interessata e avrai chiari gli obiettivi da raggiungere su Facebook, puoi passare a Facebook Ads. Ecco gli errori che inibiscono il potenziale della tua inserzione e alcune dritte.

 

Com’è scritto il copy?

 

Se il tuo post non sta raggiungendo risultati (clic al sito, contatti, engagement), guarda il copy: è troppo lungo? È scritto in maiuscolo (che equivale a urlare)? Non è chiaro il messaggio? Forse, mancava una call-to-action accattivante (Sfrutta la promo più conveniente per acquistare... Lasciati ispirare dalle nostre creazioni e falle tue... Prenota il tuo sogno in Puglia oggi...)

Facebook ti dà la possibilità di pubblicare direttamente il post sulla pagina prima di sponsorizzarlo oppure puoi creare in Facebook Ads diverse campagne (o fare A/B test) per testare diversi copy e trovare quello che attrae maggiormente il pubblico. Il consiglio è: sii sempre credibile, mostra il lato umano del brand cercando di suscitare un’emozione nel tuo target. Il copy deve essere breve ma incisivo per attrarre il pubblico. Guarda Ikea, Barilla, Ceres: insomma, ispirati ai grossi brand. Anche la riprova sociale funziona: “Ci hanno già scelto 2000 aziende rassicurate dalla nostra qualità. Unisciti a loro!”

 

Quale immagine hai scelto?

 

L’immagine che hai scelto è di bassa qualità? Presenta persone con volti preoccupati? È una immagine neutra? Scegli immagini d’effetto, che suscitino emozioni, coerenti con il copy. Preferisci persone sorridenti anche se stai comunicando un problema (perché il tuo scopo è dare una soluzione). Con lo stesso target, prova anche i nuovi formati visuali (carosello, video caricati direttamente su Facebook, video e foto a 360°): raggiungono un reach organico maggiore, perché l’algoritmo di Facebook li fa girare di più e magari ti accorgerai che ti aiutano a raggiungere meglio i risultati anche in Facebook Ads. Se intendi sponsorizzare una locandina con tanto testo, non c’è niente di più sbagliato! Facebook preferisce immagini delle inserzioni con poco o senza testo, in quanto le immagini con molto testo potrebbero creare un'esperienza di bassa qualità per gli utenti. Se la proporzione tra testo e immagine è troppo elevata, le tue inserzioni potrebbero non raggiungere tutto il pubblico. Puoi quindi usare questo strumento per verificare la quantità di testo presente sull’immagine e la valutazione di Facebook.

 

Come hai scelto il target?

 

Non si ottengono buoni risultati al primo colpo, ma solo sperimentando e testando. Forse hai scelto un target troppo ampio senza profilare gli interessi e il lavoro? Hai incluso alcune aree geografiche poco redditizie per il tuo business? Ecco alcune dritte. Se hai un sito web, carica il pixel di Facebook da utilizzare per le campagne di retargeting (chiedi al tuo webmaster), oppure spia il target utilizzato nelle inserzioni dei competitors (quando ti appare l’inserzione di un competitor, clicca sui tre puntini a destra e quindi su “Perché visualizzo questa inserzione”, per saperne di più leggi qui). Ancora, nelle inserzioni, quando arriva il momento di scegliere il pubblico, clicca su “Crea un pubblico personalizzato” e segui le indicazioni per proporre le inserzioni a chi ha interagito con la tua fan page (puoi scegliere un lasso di tempo, ad es. 180 giorni). Ancora, in Insights di Facebook controlla da dove arrivano i tuoi fan e il pubblico che interagisce con la tua pagina, in modo da concentrare le tue campagne solo in alcune aree geografiche (almeno all'inizio!). Se il copy e l’immagine sono ok, è il momento di testare la stessa inserzione a diversi target, in modo da trovare la giusta combinazione.

 

Se questo articolo ti è stato d’aiuto seguici anche su Facebook o partecipa ai nostri corsi individuali o in small groups destinati a titolari di attività per imparare a sfruttare i social per accrescere il tuo business.